Blog Amica Terra
Notiziario
Libri consigliati
Newsletter

Tieniti aggiornato sulle novità del sito tramite la nostra newsletter

Name:

Email:

Home Post

Post

Boschi di Natale 2019

A questa bella iniziativa, organizzata dall'UNPLI Veneto e dalla Regione Veneto,
ha aderito la Pro Loco Primavera in collaborazione con Amica Terra.

Domenica 8 dicembre dalle ore 14.00 sarà  possibile visitare, accompagnati da
una guida,
i Boschi Crasere e Utia che si trovano a Francenigo e anche degustare
qualche cibo locale.

Il punto di ritrovo è in via Benedetti 48.

E' gradita la prenotazione ai numeri 04
38.893.385 - 334.29.36.833.

vedi qui

 

 

Ultimo aggiornamento (Giovedì 28 Novembre 2019 22:56)

 

Conversazione con Andrea Zanoni

 

Il prossimo 18 dicembre converseremo, in una riunione pubblica,  con Andrea Zanoni,
Consigliere Regionale e Vicepresidente della Commissione Ambiente della
Regione Veneto.

Parleremo di sostenibilità ambientale, cambiamenti climatici, coscienza ecologica,
modello di sviluppo nel Veneto (maglia nera in Italia nel 2018 per consumo suolo),
per arrivare al Prosecco, causa dell'industrializzazione agricola in atto nelle nostre
campagne.

 

Ultimo aggiornamento (Giovedì 28 Novembre 2019 22:20)

 

Forum Veneto 23 Novembre 2019

Ultimo aggiornamento (Lunedì 18 Novembre 2019 23:21)

 

Cassandre

pubblichiamo querste riflessioni di Michele Zanetti sul "disatro " di Venezia.

 

CASSANDRE

Sono certo, gentili Amici, che qualcuno di voi ricorda Cassandra, la profetessa di sventura
della Grecia classica. Quella che prediceva disgrazie e che, per questo, non era
particolarmente amata dai suoi compatrioti.

Ebbene i drammatici fatti di questi giorni, accaduti nel primo anniversario della tempesta
Vaja, che ha ripulito le montagne venete di alcuni milioni di alberi, mi hanno fatto pensare
a proprio a lei, alla leggendaria e poco fortunata Cassandra.

Mi hanno fatto pensare, per associazione di idee, a quanti, nel passato  recente
– appena un paio di decenni addietro – sostenevano che il  MOSE (acronimo di
MOmento SEnsazionale: quello in cui entrerà in  funzione) è un’opera inutile, costosa
e persino dannosa.

Ebbene c’ero anch’io tra quelli: Cassandra minore e di terza fila, ma  pur  sempre parte
del manipolo di Cassandre che tentava di ragionare e di far ragionare i cittadini, gli
amministratori e persino i tecnici, i  grandi  ingegneri.
Si tentava di farli ragionare con dati semplici e facilmente comprensibili,  riguardanti
l’impatto ambientale, i costi, le soluzioni alternative a  bassissimo costo, i mutamenti
climatici e ambientali planetari in atto.
Insomma cose alla portata dei bambini di scuola materna.

Purtroppo, però, non c’è stato nulla da fare, perché “dio” – che da noi,  società con
solide radici cristiane, ricca, democratica ed evoluta ha un  solo nome: denaro!
- ha vinto ancora una volta.
E con lui ha vinto lo spirito dei Faraoni d’Egitto, lo stesso che animava i  fautori del
Ponte sullo Stretto e di mille altre opere destinate a “lasciare  un segno nella storia,
nell’ambiente e nell’economia”; ovviamente  negativo.

Ecco, dopo vent’anni, siamo qui a stracciarci le vesti, a incolpare  questo  e quello
(patetica l’affermazione del governatore Zaja che  quella  è “un’opera dello stato”,
come se il suo partito l’avesse mai osteggiata e se i suoi compagni di giunta
regionale Galan e Chisso non  l’avessero generosamente avvallata e adottata a fini
di lucro).

E allora, tutti al capezzale di Venezia – ma più corretto sarebbe dire al  “capezzolo”
di Venezia, perché di latte da mungere ce n’è ancora – a  piangere, a disperarsi,
a pompare acqua e a sollecitare la conclusione  dell’opera più sbagliata, impattante,
costosa e inutile dell’Italia  repubblicana dopo la zona industriale a gestione
camorristica di Gioia  Tauro.

Tutti, indistintamente, senza un minimo di pudore e di pulsione  critica e, oltretutto,
disinformando!
Perché il MOSE doveva fermare le acque alte fino a 140 cm sul medio  mare e dunque,
nel caso di cui parliamo, non sarebbe neppure entrato  in azione.

Così comunque vanno le cose e ora si vuole correre perché sia  operativo entro il 2021
(!!!), quando la temperatura degli oceani sarà  salita di almeno tre gradi rispetto a
quella storica e l’opera sarà  superata  del tutto dal previsto, lento e inarrestabile
incremento del  livello dei mari.

Solo questo desideravo dirvi, gentili Amici, per sollecitarvi un breve, ma  razionale,
momento di riflessione critica. E per concludere vi propongo  il  disegno di cui ho parlato
recentemente.
Ritrae una Piazza Indipendenza fantascientifica, perché allagata dal  mare; e risale
niente meno che al “lontano” – si fa per dire - 1985.

Michele Zanetti

 

  
Dalla mostra “Nell’anno dell’ambiente”, ANS, 1985
.


 

 

 

Ultimo aggiornamento (Sabato 16 Novembre 2019 22:44)

 

Cansiglio 2019

 

Ancora una volta in Cansiglio per difendere un "Bene Comune", un bene che da più di mille anni è un patrimonio demaniale inalienabile.

 

Un “Bene Comune”  che è quindi proprietà di tutti noi e non può e non dovrà mai essere proprietà di “pochi”.

Tante le Associazioni ambientaliste presenti.

Più di cinquecento  i “difensori” di questo “Bene Comune”.

Una giornata splendida.

Paesaggi   mozzafiato.

 Di seguito una piccola rassegna fotografica.

 

     

 

     

 

     

 

     

 

     

 

     

 

     

 

     

 

     

 

 

     

 


                             

 

 
Altri articoli...
Cansiglio 2019
Notizie in breve
Prev Next

La Banca europea ufficializza la svolta …

Conseguente impegno a sbloccare investimenti per mille miliardi di euro in 10 anni a sostegno di azioni per clima e ambiente. Rispetto alla prima bozza presentata a luglio,...

Administrator - avatar Administrator 16 Nov 2019 Hits:12 Ultime

Read more

Clima, gli eventi estremi causano perdit…

I danni aumentati del triplo in un solo anno. Si marcia verso i 3° C nonostante gli accordi di Parigi. I conti presentati a Ecomondo nella relazione sullo...

Administrator - avatar Administrator 08 Nov 2019 Hits:19 Ultime

Read more

Frana la collina a Miane: "E' colpa del …

MIANE – Una frana sulla collina dove è stato piantato il contestato vigneto di via Rive a Premaor alimenta nuovi timori. “Dove a fine luglio è stato raso al suolo...

Administrator - avatar Administrator 08 Nov 2019 Hits:22 Ultime

Read more

La strage silenziosa dei pettirossii

La strage silenziosa dei pettirossi, uccisi illegalmente ogni anno per la ‘polenta con osei’ Piccoli, fragili e indifesi, i pettirossi volano per centinaia di chilometri per svernare in Italia e...

Administrator - avatar Administrator 08 Nov 2019 Hits:15 Ultime

Read more

Per lo sviluppo sostenibile dell’Italia …

Roventini (Scuola Superiore Sant'Anna): «Permetterebbe di sviluppare nuove tecnologie, creare nuovi posti di lavoro, nuove imprese e portare di l'Italia sulla frontiera tecnologica di nuovi settori di ...

Administrator - avatar Administrator 11 Set 2019 Hits:39 Ultime

Read more

Le api riciclano la plastica, il perché …

Le api stanno riciclando la plastica per utilizzarla nella costruzione dei propri rifugi: perché non si tratta di una buona notizia. Le api riciclano la plastica per costruire le...

Administrator - avatar Administrator 11 Set 2019 Hits:43 Ultime

Read more

Cnr: «Centrale a carbone Tirreno Power: …

Centrale a carbone Tirreno Power: per il Cnr (Istituto di fisiologia clinica) si riscontra un +49% della mortalità in 12 anni. Lo studio è stato condotto su oltre...

Administrator - avatar Administrator 11 Set 2019 Hits:33 Ultime

Read more
Chi è online
 20 visitatori online
Visitatori dal 2/6/2010
312646
OggiOggi58
IeriIeri144
Questa settimanaQuesta settimana561
Questo meseQuesto mese1715
TuttiTutti312646
Area riservata